La redazione consiglia

Bad Religion

***

BAD RELIGION
McKenzie
12 giugno, Orion

“Nel 1988 usciva Suffer, il disco che più di tutti ha cambiato il corso del punk/hardcore mondiale e successivamente fonte d’ispirazione per migliaia di giovani band. Ancora oggi i Bad Religion sono al primo posto della classifica delle band punk americane più importanti degli ultimi 30 anni… E proprio per omaggiare i 30 anni di Suffer, i Bad Religion tornano in tour per suonarlo interamente sui palchi europei la prossima estate. Un sogno che, adesso, diventa realtà”.

EVENTO FACEBOOK

***

JOHNNY COUTEAU
+ Laura Krieg
14 giugno, Fanfulla 5/a

“La leggenda del pop elettronico underground di Montreal, Johnny Couteau, è apparsa sulla scena con un album di debutto magico e avvolgente, From the Infamous Mind of a Psychoactive Runner (2014). All’inizio dell’anno scorso abbiamo avuto la prima indicazione del suo prossimo lavoro, il video musicale di Is My Baby Love Real or Just a Hologram?. La sua nuova cassetta Repeat Function è un’opera altrettanto ambiziosa e scomposta di dark post-punk paranoico del più alto ordine immaginativo. L’abilità di Couteau per un pop elettronico post-apocalittico orecchiabile e che sfida le regole ci conquisterà sempre”.

EVENTO FACEBOOK

***

MARLENE KUNTZ
16 giugno, Ex Dogana

“Fra i migliori a incarnare le ansie e le sofferenze della generazione italiana cresciuta negli anni ’90, eletti da molti a propri guru, un po’ come successe qualche anno prima ai Cccp, i Marlene Kuntz non si sono mai trovati a proprio agio nel ruolo di portavoce, cercando nuove vie espressive e una costante spinta evolutiva tuttora in corso.
Un evento da non perdere per tutti gli amanti della musica suonata dal vivo, e per tutti coloro che vogliono rivivere l’esperienza di un pezzo di storia della musica italiana.”

EVENTO FACEBOOK

***

GIANCANE
16 giugno, Villa Ada

“Componente del celebre gruppo romano Il Muro del Canto, Giancane è un cantautore dal grande senso dell’umorismo e dalla chiara vocazione country. […] Ansia e Disagio è il titolo del nuovo disco di inediti, uscito il 24 novembre per Woodworm Label (recensione LESTER qui). L’album, composto da undici canzoni, racchiude osservazioni pungenti, ironia e una profonda curiosità nei confronti degli stati ansiosi, propri o altrui. Senza dismettere la vocazione folk’n’roll e country-neomelodica che l’hanno reso celebre, Giancane inaugura una nuova stagione compositiva, inventando una nuova grammatica cantautorale di chiara provocazione e vocazione popolare, adatta a qualsiasi età […].”

EVENTO FACEBOOK