STONER ROCK


Black Rainbows

La partecipazione all’Hellfest 2018 accompagna il nuovo Pandaemonium

NEWS – A due anni di distanza da Stellar Prophecy (recensione Lester qui), tornano più forti che mai i Black Rainbows, la stoner band romana con il nuovo Pandaemonium al sesto capitolo di una saga che sa di comoda ma inesorabile marcia gloriosa, visti i risultati raggiunti finora volendo partire dall’esordio di Twilight In The Desert (datato 2007). Già, perché ad accompagnare l’uscita del nuovo album c’è stata anche la notizia ufficiale della partecipazione del trio al prestigioso festival estivo Hellfest Open Air Festival 2018 (22, 23 e 24 giugno)!

Anche quest’anno il cartellone del festival francese di respiro europeo vanterà nomi altisonanti e succulenti per gli amanti delle sonorità più dure e pure, a cominciare da quelli più affini alle corde dei nostri Rainbows, come Orange Goblin, The Hellacopters, Turbonegro, Hatebreed, Rise Against, Corrosion of Conformity, Neurosis, Nebula, in mezzo a mostri sacri quali Iron Maiden, Judas Priest, Marylin Manson, Deftones, Megadeth, Accept, Stone Sour e chi ne ha più ne metta… la lista è enorme e la trovate qui.

La data ufficiale dell’uscita del disco cade proprio a ridosso del festival, parliamo del 6 aprile prossimo, sempre per HEAVY PSYCH SOUNDS, in diverse versioni, con particolare attenzione per quelle in formato vinile, come da tradizione. Nove tracce per circa 45 minuti di musica, Pandaemonium è stato registrato nei Forward Studios, prodotto da Gabriele Fiori e progettato da Fabio Sforza; la copertina è stata affidata per la terza volta al visionario SoloMacello (foto sotto). Nelle loro parole: “Siamo così orgogliosi di presentare la nostra nuova creatura, è l’album più solido e completo che abbiamo mai registrato”.

Pin It on Pinterest