LESTER PIÙ #12

LESTER PIÙ – I Sensi si mischiano e si confondono, si assegnano ruoli inediti e subentri. L’udito che non ha mai visto, ci vede di più. Che si tratti di Letteratura, Cinema o Arti Figurative, abbiamo una patologia, che ci costringe nell’essere Umani curiosamente completi, che si muovono in ampi spazi culturali. Solo che, ogni volta che fronteggiamo un’opera d’arte, abbiamo una colonna sonora ad hoc che parte. Autonoma. Soprattutto a Roma. Tranquilli: contiamo anche di segnalarvi gli eventi che provocano grandi acuti della nostra disfunzione. Per sentirsi meno soli. Rubrica a cura di Marco Pacella e Angelo D’Elia

 

Una mostra a WeGIL celebra gli autori di Repubblica XL. Fino al 2 aprile

Che a Roma abbia appena aperto i battenti una mostra per celebrare alcuni dei più importanti nomi del fumetto degli ultimi 20 anni è di certo una notizia positiva, per almeno due fattori – “In grande stile. I fumetti di Repubblica XL”, questo il nome dell’esposizione, curata da Luca Raffaelli e Alberto Corradi e ospitata nell’ampia sala trasteverina di WeGIL fino al prossimo 2 aprile.

Dicevamo dei due motivi di interesse: da un lato l’intrinseco valore dei nomi coinvolti, una generazione (anzi più d’una, a giudicare dalle diverse biografie e storie editoriali degli artisti coinvolti) che ha ripreso in mano, fra il 2005 e il 2013 sulle pagine della rivista Repubblica XL, un rapporto interrottosi anni addietro fra fumetto “underground” e grande pubblico (una liaison questa che ha visto l’Italia protagonista fra anni ’70 e ’80 con riviste di spietata attualità linguistica come Frigidaire o alteralter, per segnalare solo due dei nomi possibili).

Tanti e anche molto diversi fra loro gli autori coinvolti: Zerocalcare, Davide Toffolo, Francesca Ghermandi, Tuono Pettinato, Massimo Giacon, Leo Ortolani, Diavù, AlePOP, Maicol&Mirco, Squaz, Ale Giorgini, Dr. Pira, Ratigher, Pino Creanza, Giuseppe Camuncoli, Alberto Ponticelli, Gianluca Costantini, Onofrio Catacchio, Francesco Cattani, Stefano Zattera, Marco Corona, Hurricane, Nicoz, Elena Rapa, Sergio Ponchione e Alberto Corradi.

Un lungo elenco fatto di stili e immaginari grafici e narrativi fra i più vari, in cui musica, politica, sperimentazioni linguistiche o visuali, scenari apocalittici, ironici o iperreali si mischiano e si fondono fra loro. Collaboratori stabili della rivista o ospiti occasionali, spesso catturati da XL un attimo prima della piena maturazione attuale; fumettisti che proprio su XL hanno sviluppato strisce e personaggi inediti o autori che volta per volta sono stati coinvolti per numeri monografici o su specifici temi – sono qui riuniti tutti assieme (e veniamo al secondo motivo di interesse) per un’occasione finalmente celebrativa, che ha il merito di fare il punto su ciò che ha rappresentato, anche solo fino a pochi anni fa, la “nona arte” per il grande pubblico. Una celebrazione dovuta, dunque, che può gettare luce e far comprendere meglio anche questa stagione più recente, segnata da un evidente fermento editoriale per il fumetto. (Marco Pacella)

Pin It on Pinterest