Red Stripes

I Red Stripes nascono a Roma nel centro sociale occupato Ricomincio dal Faro nel dicembre del 2001, grazie all’incontro di alcuni ragazzi con la passione per la musica Reggae e lo stesso messaggio di ribellione.

Negli anni la band ha aperto molti concerti di artisti italiani ed internazionali come 24 Grana, Radici nel Cemento, Chop Chop Band, Al Mukawama, Punkreas, Junior Delgado, Macka B., Michael Rose, ecc… A Roma la band si è esibita in molti centri sociali, locali e festival della città ma anche in tutta Italia. Nel 2006 vince il Rototom Sunsplash Reggae contest ed insieme ai sardi Train to Roots apre il festival condividendo il palco con artisti del calibro di Junior Kelly, Africa Unite e Burning Spear.

La band definisce il proprio stile sonoro “Roots, Rock, Reggae” sicuramente influenzato dal più classico Reggae giamaicano rielaborato in chiave moderna. Ad oggi la band conta 7 elementi (voce, tastiere, batteria, basso, chitarra, percussioni e seconda voce).

Dopo un silenzio che durava dal 2010, quando uscì l’album Dissociety, i Red Stripes sono tornati con un nuovo progetto che vede una grande collaborazione, ovvero quella di Michael Rose. L’uscita del recente EP, con medesimo titolo del singolo, apre spiragli ulteriori, una nuova visuale su orizzonti inaspettati. “Non si esclude l’idea di un EP sondante prima dell’uscita del vero e proprio album”, così si era detto e così è stato, quasi come un augurio andato a buon fine. Il riuscitissimo singolo dei Red Stripes, Out Of Babylon, con la prestigiosa collaborazione di un nome importante come quello di Michael Rose, ha spiazzato non pochi professionisti del settore, sia per la bellezza della canzone in senso stretto, sia per il nuovo percorso che il singolo fa intravedere, molto interessante, concentrato sul minimale degli arrangiamenti e sul fondo ritmico del roots, con il leggero ma efficace innesto di partiture atmosferiche d’elettronica e un’attitudine più rock.

“Pratichiamo coraggio”, dice Ras Santo, voce e leader dei Red Stripes. Perchè non dargli credito?! Sebbene la matrice roots rimanga fondamentale, le nuove sperimentazioni hanno portato una ventata di aria fresca, di modernità, senza risultare invadente, e non solo per la band, ma per la scena tutta. L’EP si presenta davvero ricco, con quattro brani originali e tre rivisitazioni (un remix del primo, il dub del secondo e lo strumentale del terzo brano in scaletta), in totale 8 tracce, un esempio concreto della nuova linfa creativa dei Red Stripes. Registrato e mixato presso l’M2Studio di Roberto Ruggeri, il lavoro sotto l’egida della Bantustan Corporation è stato supervisionato dallo stesso Alessandro Falcone, il titolare della BantuStan insieme a Gianluca “Dubra Kadubra” Ferrara. L’Ep disponibile dal 10 Giugno 2014 in tutti negozi digitali, è uscito in anteprima in libero ascolto sul portale ReggaeRevolution.it.

Articoli su Red Stripes

Red Stripes

Red Stripes

reggae

ROMA RED HOT: i nostri Red Stripes in apertura a Protoje!

16 luglio / Eutropia Festival
leggi tutto
Red Stripes

Red Stripes

REGGAE

Le diverse sfumature di Red: a S. Paolo, questa volta in acustico

22 luglio / El Chiringuito Libre
leggi tutto

Video Gallery

Photo Gallery

Genere:

Roots Rock Reggae

Riferimenti:

Reggae Roots dei primi anni settanta caratterizzato da tematiche relative alla religione Rastafari – Bob Marley, Jimmy Cliff, Peter Tosh, Toots & the Maytals, Bunny Wailer, Morgan Heritage e Luciano.

Etichetta:

Bantustan Corporation

Nuovo Ep:

Red Stripes Band

Facebook:

Red Stripes Band

Youtube:

Red Stripes Band

iTunes:

Red Stripes Band

Formazione:

Marco RAS SANTO Di Fabio: Voce
Matteo RAS MAT I Rocca: Seconda Voce, Percussioni
Daniele SHAGGY D’Annibale: Chitarra, Cori
Stefano REDMAN Casole: Basso
Daniele CICCIOMAN Gasperini: Tastiere
Telly BENJ Benjamin Rave: Percussioni
Ennio ENIODRUM Francazzi: Batteria

Discografia:

2010 – Dissociety (autoprodotto)
2014 – Out Of Babylon (Bantustan Corporation – EP)

Pin It on Pinterest