RAP / HIP HOP


Rancore – (Foto di Giovanni Marotta)


Un fiume in piena di Rancore chiude l’edizione 2018 dell’iFEST

di Ilaria Pantusa

LIVE REPORT – L’urgenza di dire e di dare che nel disco emerge con tutta la sua irruenza, acquista ancora più potenza nella dimensione live. È un fiume in piena Rancore sul palco, nella serata di chiusura dell’Ifest a Parco Nomentano, a pochi metri dall’Aniene e a una manciata di fermate di autobus dal Tufello, il quartiere dove Tarek Iurcich è cresciuto e che è ancora il protagonista di Musica per Bambini (Hermetic, 2018).

È proprio il frutto dei suoi incubi e della sua sincerità il protagonista della serata, un disco (che noi abbiamo recensito qui) uscito soltanto da un mese e già capace di coinvolgere il pubblico giovane e giovanissimo di Iurcich, che conosce i testi a memoria e ne scandisce la metrica insieme a lui, che nel frattempo, tra un pezzo nuovo e uno estratto dai precedenti lavori firmati insieme a Dj Myke, corre e salta sul palco accompagnato da musicisti travestiti da bambole di pezza, maschere che fanno della loro identità un mistero, e ospita nomi di prestigio della scena musicale rap e hip hop italiana come Murubutu (che lo ha preceduto sul palco dell’Ifest) e Danno.