FESTIVAL


Rome Psych Fest

Il festival romano della psichedelia alla sua 2a edizione

NEWS – Torna sul luogo del delitto il festival romano che fa della psichedelia il proprio stendardo e credo. Dopo il successo della prima edizione, siamo ad una seconda già piena di aspettative, con un ‘cast’ di tutto rispetto e sorprese a tema di non poco conto.

Concentrato sulle nuove tendenze della scena psichedelica internazionale, il Rome Psych Fest non manca di curare anche i prodotti migliori della nostra città.

Attenti a non perdere la vera serata iniziale, posta come anteprima mercoledì 15 con Arto Lindsay, poi si avranno Liars e Andrea Laszlo De Simone come punte di diamante, ma la due giorni da trip sonoro è ricca e punta le luci anche su importanti realtà della Capitale, come Black Snake Moan (vincitore dalle ultime selezioni regionali di Arezzo Wave Lazio) e Sonic Jesus (ultimamente finiti alle cronache per una netta virata in direzione elettronica).

Le sale del Monk (Circolo Arci), che hanno ospitato anche le Psych Nites, singole serate disseminate lungo l’anno passato, come quelle di Dandy Warhols o Toy, si presenteranno più che mai trasformate grazie all’ambiziosa visione degli organizzatori, che quest’anno promettono un utilizzo ancora più spregiudicato di arti visive volte a trasfigurare lo spazio e a immergere lo spettatore in un universo psichedelico.

Mercoledì 15 novembre
Arto Lindsay

Venerdì 17 novembre
Liars
Andrea Laszlo De Simone
The Underground Youth
Ju Ju / Gioele Valenti
Matteo Vallicelli
Rainbow Island
Happy Meals

Sabato 18 novembre
Lali Puna
Moon Duo
New Candys
Sonic Jesus
Malihini
Black Snake Moan
uBiK

Due le realtà che si legano a doppio filo al Rome Psych Fest del 2017: Soundreef, società che sta rivoluzionando la gestione dei diritti d’autore in Italia, e Fuzz Club Records, etichetta britannica che si è ritagliata uno spazio di indiscusso merito nel rintracciare le migliori tendenze della psichedelia contemporanea.
Altra novità degna di nota è sicuramente il progetto grafico, realizzato da un artista differente per ogni edizione. Questa volta l’artwork ufficale del festival è stato affidato all’illustratore inglese Lewis Heriz, artista molto amato dalla Soundway Records, autore di copertine di Seu Jorge, Sun Ra Arkestra e Quantic.

EVENTO FACEBOOK

 


Liars

 


Andrea Laszlo De Simone – (foto di Chiara Mirelli)

 


Black Snake Moan – (foto di Nael Manuela Simonetti)

 

Pin It on Pinterest