stoner / post-grunge

Dentro-La-Clessidra_articolo

Dentro La Clessidra.

13 Giugno – Defrag
“Ti trovi sporco e l’acqua forse neanche esiste più”.

Progetto ambizioso quello dei romani Dentro La Clessidra. Un po’ perché cercano di inserire in suoni duri tipicamente americani una lingua difficile come l’italiano. Inoltre, perché anche nella scelta del nome cercano di associare il proprio lavoro a quello di una clessidra che, “rimescolando la sabbia, ridefinisce e misura il tempo”.

Risulta piuttosto difficile parlare di una band che ha prodotto finora soltanto 3 brani (Proliferuggine, Mr Anderson e Io Ti Ho Visto Ucciderti). Di loro si può dire che nascono ufficialmente come band verso la fine del 2012 dall’incontro di Fabio Pizzuti e Francesco Chini (entrambi chitarra e voce), ai quali si aggiungono Daniele Romaniello (batteria) e Gabriele Testa (basso). I singoli componenti, però, già muovevano i rispettivi passi nella dimensione rock d’oltreoceano dalla fine degli anni ’90.

Il Release Party dell’EP si è tenuto ad inizio aprile di quest’anno. Il lavoro fa delle promesse importanti, se ‘certi suoni’ stimolano la vostra curiosità ed il vostro appetito musicale, vale senz’altro la pena fare un salto sabato 13 giugno al Defrag, locale in zona Tufello sempre molto attento alle band emergenti: non c’è niente di meglio che ascoltare con le proprie orecchie. (F.DiG.)

 

N.d.R.:
Per questo inizio di mese, spesso finale di stagione per molti liveclub, la Redazione Consiglia artisti su cui scommettere. Un gioco senza rischi: lo sapete già, di LESTER potete fidarvi.

Dentro La Clessidra
(Autoprodotto, 2013)

1506974_780304252024912_6366309234027431855_nTRACKLIST

  1. Proliferuggine
  2. Mr Anderson
  3. Io Ti Ho Visto Ucciderti

 

Pin It on Pinterest

Share This