Groundation: un’esperienza come nessun’altra | LESTER Groundation: un’esperienza come nessun’altra | LESTER

REGGAE

Harrison Stafford, leader dei Groundation


Lester incontra i Groundation, l’istituzione moderna del reggae mondiale
Con il loro concerto è cominciata l’avventura di Villa Ada 2019, con le parole di Harrison Stafford chiudiamo il cerchio

di Pietro Doto

INTERVISTA Musica spirituale per tutte le persone. L’avventura di Lester, come media partner di Villa Ada 2019, è cominciata così, con una gran bella chiacchierata con Harrison Stafford, leader dei Groundation, un’istituzione in campo reggae, per la prima volta a Roma – e non è che in Italia si siano visti così spesso…

The Next Generation è l’ultimo album del gruppo, dedicato ai figli, alle generazioni future. Il loro concerto aveva aperto Villa Ada 2019, il 18 giugno e ne abbiamo tratto un gran bel live report . La sera stessa, in modalità ‘backstage’, abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Stafford, un’occasione irripetibile, da cogliere in qualsiasi condizioni!

Pensiamo ne sia valsa la pena: i contenuti sono diversi e importanti davvero, basilari, ci viene da dire, ma anche sempreverdi. Crediamo che il ‘Groundation pensiero’ si sposi perfettamente con lo spirito di un evento come quello di Villa Ada, attento non solo alla musica, e che la pubblicazione del video che segue, a festival concluso, sia degna chiusura di un cerchio.

 

Pin It on Pinterest

Share This