Rock ’n’ Roll

Matthew Lee

19 Marzo – Crossroads
Matthew Lee, il nostro Jerry Lee Lewis 2.0

A vederlo così, Matthew Lee sembrerebbe essere uscito da una rivista scandalistica degli anni sessanta. Capelli impomatati, calzino a scacchi, farfallino, bretelle e sorriso smagliante sono il biglietto da visita che il giovane performer pesarese porterà con se il 19 Marzo al Crossroads.

Innamorato del rock and roll, comincia a pigiare i tasti del pianoforte già ad undici anni e ben presto si inserisce nel circuito mainstream e televisivo, esibendosi al concerto di capodanno a Roma (2005) e guadagnandosi ospitate prestigiose in Rai. Shake, del 2006, è il suo primo album, prodotto da Nomadi e Red Ronnie.

Ma perché un nome americano? E perché questo stile così definito?

“Ti darò tutto quel che ho, anche se solo rock’n’roll d’altri tempi”: è lo stesso Lee a dichiararlo facendo capire chiaramente che il rock’n’roll d’antan è il suo marchio di fabbrica. Tuttavia, sebbene dichiaratamente non nostalgico, ha nel sangue Jerry Lewis, Bill Haley, Elvis Presley e tutti quelli che hanno contribuito a creare questo meraviglioso genere.

Per Matthew Lee il palco è il posto più confortevole, lì sa dare libertà al suo gene istrionico e regalare al pubblico performance coinvolgenti ed esaltanti suonando coi gomiti, coi piedi e di spalle alla tastiera. Lo scorso anno è uscito D’altri tempi per la prestigiosa Carosello Records, suo secondo lavoro in studio e il live del Crossroads promette di essere la serata giusta per gustarlo a pieno. (Stefano Capolongo)

Visione consigliata:

Pin It on Pinterest

Share This