MUSIC FRAMES #2

Mike Judge - Tales From The Tour Bus

MUSIC FRAMES – Rubrica di Musica e Cinema a cura di Angelo D’Elia

 

Storie animate di vecchi fuorilegge

RUBRICA – Per questo secondo appuntamento di Music Frames non vi chiederò di precipitarvi al cinema. Per questa volta potete starvene tranquillamente svaccati sul comodo divano casalingo, sorseggiando una birra gelata, perché quello che vado a consigliarvi è un prodotto televisivo abbastanza unico nel suo genere. Per gli abbonati a Sky, è possibile trovarlo (doppiato in italiano! – n.d.r.) sul canale Sky Generations (o anche on demand), ma anche per chi non lo fosse, non dovrebbe essere difficile recuperare sul Web Tales From The Tour Bus, l’ultima incursione di Mike Judge nel mondo dell’animazione.

Ce lo ricordiamo sin dai tempi di Beavis and Butthead, Mike Judge, quando su MTV sbeffeggiava il nostro essere spettatori mettendo in scena due ebeti che, tra una disavventura inconcludente e l’altra, vegetavano su un divano commentando stupidamente i video in heavy rotation che giravano proprio sul canale su cui andavano in onda.
Il suo personalissimo elogio della mediocrità è continuato con King Of The Hill, altra serie animata di culto. In scena, una tipica famiglia middle class alle prese con i problemi di tutti i giorni, con il Texas a fare da cornice, con tutto il suo retaggio di patriottismo, cocciuta osservanza per le tradizioni ed incondizionato amore per la musica country. Ed è proprio da questo scenario che Judge conosce molto bene (è nato in New Mexico, ma ha vissuto in Texsas per molti anni) che nasce Tales From The Tour Bus, solo che questa volta abbandona la figura dell’uomo medio: questa volta, ci si confronta con il mito.

8 episodi, di circa mezz’ora l’uno, che, tramite interviste e ricostruzioni, esplorano le vite incredibili dei più importanti esponenti dell’outlaw country. Dei mini-documentari quindi, ma ricordiamo, è una serie animata. Ed è qui che il gioco di Judge e soci si fa scoperto e, a modo suo, geniale. Il disegno animato trasfigura la realtà, esalta alcuni elementi, ne appiattisce altri, proprio come quando ci troviamo a raccontare una storia che ci è stata tramandata e che ha ormai raggiunto a pieno diritto la forma della leggenda.

Questi personaggi, che portarono la musica country al di fuori delle mura dorate di Nashville, infischiandosene delle sue regole, stuprando il suo sound pulito e levigato, decisero di vivere liberi e reietti, come i fuorilegge di cui si narra nelle vecchie storie di frontiera. Le loro vicende sono colme di momenti eroici e ricadute patetiche, notti passate all’addiaccio, amori infranti, sbronze colossali, risse, sparatorie e tonnellate di pillole eccitanti. Come Jessee James e Billy the Kid, figure come Waylong Jennings, Johnny Paycheck o Billy Joe Shaver, che racchiudono in sé l’aura dell’eroe ed il fascino perverso del bandito, che vive libero e al di fuori degli schemi della società. Per questo ci piace ascoltare le loro incredibili storie.

Vai alla campagna crowdfunding