Progressive Rock

Alan Parsons

The Alan Parsons Project

11 Luglio – Villa Ada – Roma incontra il mondo
L’ingegnere e la musica

Il britannico Alan Parsons, giovanissimo, era negli studi mentre i Beatles registravano ad Abbey Road l’omonimo album, ed è anche colui che ha noleggiato, registrato e poi sovrapposto i suoni delle sveglie per Time dei Pink Floyd, contenuta in The Dark Side Of The Moon. È lui, in veste però di storico musicista progressive e non di ingegnere del suono, ad arrivare l’11 luglio al laghetto di Villa Ada.

Rimasto ormai solo, dopo la scomparsa nel 2009 dell’altra metà del duo, Eric Woolfson -sebbene già nel 1990 si fossero separati artisticamente-, Alan Parsons continua a portare sul palco tutti i successi tratti dai numerosi e storici concept album rilasciati a partire dal 1976, facendosi accompagnare da una formazione orchestrale e da voci diverse come è sempre accaduto su disco. Per una volta non c’è un nuovo album da promuovere, ma solo una ricchissima storia da ascoltare.

Alan Parsons continua tuttora a svolgere entrambe le vite che gli appartengono: uno degli ultimi progetti che ha curato come ingegnere del suono è The Raven That Refused To Sing (And Other Stories) di Steven Wilson, cui ha alternato la pubblicazione del boxset The Complete Albums Collection con tutte le pubblicazioni dei suoi Alan Parsons Project, arricchite di materiale inedito. Se di Parsons preferite la prima veste, potete ricorrere alla serie di dvd The Art & Science Of Sound Recording che ha firmato, se invece apprezzate maggiormente la seconda, venite a Villa Ada. (Silvia Protano)

Pin It on Pinterest

Share This