BLUES / ROCK


Bud Spencer Blues Explosion – (Foto di Nael Manuela Simonetti)

 

Se non pubblicano un album dal vivo dopo questo tour, li andiamo a prendere sotto casa…
31 marzo 2018 – Monk (Circolo Arci)

LIVE REPORT – Quattro lunghi anni di assenza dalle scene, un percorso ormai decennale, ma sempre la stessa inguaribile voglia di tirare su un casino infernale. Si riparte da qui, si gioca in casa, in tantissimi aspettavano questo ritorno, ma l’attesa ha ripagato, i BSBE sono più forti che mai.

I brani di Vivi Muori Ripeti Blues assumono, dal vivo, consistenza granitica. Viterbini è scatenato, incontenibile, cerca il contatto con il pubblico e lancia sguardi d’intesa verso l’inseparabile e fraterno sodale Petulicchio, sul lato sinistro del palco, che dal canto suo risponde con precisione metronomica e la potenza di un maglio (Allacci e sleghi da infarto). In mezzo a loro, basso e tastiere, e quando Davide Toffolo sale sul palco, maschera da morto, personificazione del Demonio, quasi quasi ci crediamo. Ma è quando i due vecchi compagni rimangono soli, a condividere il palco, che l’atmosfera diventa davvero incandescente, quasi a sancire un legame indissolubile con gli esordi (Mi Sento Come Se; Hey Boy Hey Girl). (Angelo D’Elia)

P.S.: Ad aprire la serata un set d’eccezione, ad opera de Lo Spinoso (che ha anche suonato le tastiere – e non solo – con i Bud): attitudine da folk singer, voce calda e soul, eccellente tecnica chitarristica, liriche suggestive e mai banali, purtroppo ancora in cerca d’etichetta… se c’è qualcuno all’ascolto, faccia qualcosa!